Crea il tuo CV in 3 passaggi

Inserisci i tuoi dati, scegli un template e scarica il tuo CV. Facile e veloce – pronto in 10 minuti. Inizia subito!

Creare un CV
Consigli per scrivere un cv

10 Consigli per un CV

Quando si scrive il proprio curriculum vitae, è bene mettere in chiaro fin dall'inizio che occorreranno più revisioni per ottenere un documento corretto e comprensibile. Infatti mettere insieme dei dati e dei concetti non è necessario per ottenere un cv appetibile; ci sono delle regole che vanno seguite e che permettono di compilare un curriculum interessante, logicamente ineccepibile e interessante. In questa guida, noi di CVwizard.it vi diamo 10 consigli per scrivere il vostro cv.


1. Assicuratevi di usare ortografia e grammatica perfette

La fretta è di solito cattiva consigliera e lo è ancora di più quando si è alle prese con il proprio cv. Infatti, la mancanza di attenzione può danneggiare anche il più perfetto dei cv. Assicuratevi di rivedere il vostro curriculum più e più volte in modo da correggere ogni eventuale errore e, soprattutto, assicuratevi di far rivedere il documento ad un'altra persona: un occhio distante è in grado di vedere ciò che un occhio abituato non riesce più a vedere.

In termini di grammatica, molto spesso basta leggere i vari passaggi del cv mentre lo si sta scrivendo: una cattiva grammatica determina degli errori fonetici facili da trovare e correggere. Ma vi ricordiamo che un secondo controllo è sempre opportuno.


2. Focalizzatevi sui risultati

Per creare un cv che sia completo e interessante, è bene focalizzarsi sui risultati piuttosto che sulle proprie mansioni. Pensate ad una campagna a cui avete lavorato e ai risultati che ha portato, al valore che avete aggiunto al progetto o all'azienda per la quale avete lavorato piuttosto che alle cose che sapete fare e che avete fatto. Ognuno, sul lavoro , può misurare il proprio impatto ed è proprio questo che va comunicato sul cv, facendo attenzione ad usare numeri, percentuali e quanto utile in termini statistici per rafforzare i vostri concetti.


3. Utilizzate uno stile di scrittura personale

Molto spesso anche i migliori curricula sono pieni di luoghi comuni e modi di dire che non sono altro che clichés e che rendono il documento leggero e troppo simile a tanti altri cv. Evitate di usare luoghi comuni: per esempio, se volete comunicare di essere bravi a lavorare in squadra invece di usare la frase "team player" potreste usare "Socievole e Incline al lavoro di squadra", personalizzando la competenza in modo da permettere a chi legge il cv di farsi un'idea più completa su di voi.


4. Date sempre informazioni corrette

Date che non si incrociano, informazioni personali sbagliate, frasi che non hanno senso: sono solo alcuni dei modi tramite i quali anche il cv di un esperto può essere del tutto errato. Senza dimenticare gli errori nello scrivere il proprio numero di telefono o il proprio indirizzo di posta elettronica, che non permetteranno mai a nessun azienda di contattarvi. Assicuratevi di inserire sempre informazioni corrette.


5. Presentate il vostro cv in maniera accattivante 

Un cv mal presentato e mal formattato è uno dei primi elementi che determina l'esclusione di un potenziale candidato per una posizione di lavoro. E' sempre bene prevedere un layout semplice dove inserire le informazioni fondamentali, usando un font semplice da leggere e standard sia per un recruiter che per un sistema ATS e che sia facile da aprire. 


6. Preparate sempre un cv diverso per ogni singola posizione lavorativa

Per ogni azienda/offerta di lavoro dovete sempre redigere un apposito cv che contenga le esperienze e le informazioni più pertinenti rispetto all'azienda e al lavoro per il quale si applica: in questo modo si avranno più opportunità di essere selezionati, in special modo se si lavora utilizzando parole appartenenti allo stesso ambito di quelle usate dall'azienda nel proprio annuncio lavorativo.


7. Siate originali e mai troppo generici

Essere generici non è mai un vantaggio quando si redige un cv: un cv generico è un cv che non differenzia un candidato rispetto ad un altro e che risulta essere blando. Fate in modo di essere originali, di mettere in evidenza ciò che davvero avete fatto sostanziandolo con esempi reali e puntate su ciò che sapete fare in modo da "vendere" le vostre competenze in maniera chiara e pertinente. Non copiate profili e descrizioni delle esperienze da Internet, ma create i vostri.


8. Date sempre continuità a tutte le esperienze

Se fate parte del numero di persone che ama cambiare lavoro spesso, se siete freelancers o se avete preso una pausa lavorativa per un periodo, dichiaratelo specificatamente nel cv. Non c'è peggior curriculum di quello dove sono presenti gap non specificati, dove si salta da una data all'altra con dei buchi in mezzo o dove si passa, senza continuità, da un datore di lavoro all'altro. Non aspettatevi che sia il recruiter a capire cosa è successo in quello specifico lasso temporale ma specificatelo, rendendovi disponibili per fornire maggiori informazioni.


9. Non dilungatevi troppo

Un cv non è un romanzo di narrativa e, se è troppo lungo , non fa altro che indispettire il recruiter. Infatti, un buon cv dovrebbe essere lungo massimo 2 pagine e dovrebbe contenere tutte le informazioni più importanti, senza dilungarsi troppo. Se un datore di lavoro resta impassibile dopo 2 pagine, difficilmente potrebbe cambiare idea se avesse davanti un cv più lungo.


10. Siate sempre onesti

Scrivere bugie sul cv da presentare ad un'azienda privata non è vietato da nessuna legge mentre è vietato farlo se ci si candida per posizioni in aziende pubbliche. Che sia vietato o meno, è comunque chiaro che si tratta di un modo sbagliato per iniziare una relazione con un potenziale datore di lavoro. La tentazione di esagerare quando si parla delle proprie conoscenze (per esempio sulle lingue straniere) e competenze potrebbe essere forte ma ricordatevi che mentire potrebbe portare causare problemi non di poco conto, per esempio potrebbe capitare di essere chiamati a svolgere una determinata mansione sulla base di quanto specificato nel cv ma in realtà non sapere nulla di quella mansione.


Ricapitolando

Se fate attenzione a tutti i punti che ti abbiamo presentato, sarete in grado di redarre un cv utile, ben fatto e che potenzialmente potrà distinguersi da tutti gli altri. Ricordatevi dunque di:


  • Assicurarvi di non commettere errori di ortografia e grammatica
  • Focalizzarvi sui risultati
  • Non utilizzare modi di dire abusati
  • Controllare che le informazioni siano corrette
  • Formattare correttamente il vostro cv
  • Personalizzare il curriculum in base all'azienda e all'offerta di lavoro
  • Essere originali
  • Dare continuità e corpo alle varie esperienze, compresi i buchi
  • Non eccedere con la lunghezza
  • Essere sempre onesti
Inserire il proprio genere sul CV: si o no?

Genere sul curriculum vitae

In un momento in cui si parla molto di disuguaglianze di genere, la questione legata alla necessità o meno di inserire il proprio genere sul curriculum è ampiamente dibattuta. In Italia, è uso comune...

Leggi di più »
Perché inserire hobbies e interessi sul proprio curriculum

Hobby e interessi sul curriculum

Nel momento in cui compiliamo il nostro cv, tra le tante domande che ci facciamo ce n'è una che ricorre di frequente: quali sono le informazioni davvero importanti da aggiungere, per evitare che docum...

Leggi di più »
Curriculum vitae cos'è

Curriculum vitae: che cos'è e come crearlo

Cercare lavoro e ottenerlo è sempre più difficile e lo è ancora di più se non si ha a disposizione un curriculum in grado di comunicare cosa si è in grado di fare. Infatti un buon cv consente ai selez...

Leggi di più »