Crea il tuo CV in 3 passaggi

Inserisci i tuoi dati, scegli un template e scarica il tuo CV. Facile e veloce – pronto in 10 minuti. Inizia subito!

Creare un CV
Come si redige un curriculum cronologico

Curriculum vitae cronologico

Quando si decide di compilare il proprio curriculum vitae, il primo ostacolo da fronteggiare è sicuramente la tipologia di documento che si vuole creare. Esistono diversi tipi di cv, sicuramente quello cronologico è il più famoso e utilizzato. In questo articolo, ti spieghiamo come compilare un cv cronologico perfetto e che funziona.


Cosa si intende per curriculum vitae cronologico

Il curriculum cronologico è un modo lineare e semplice di organizzare le proprie informazioni professionali: tutte le informazioni vengono infatti presentate in maniera ordinata dalle più vecchie alle più nuove nel cronologico classico e dalle più nuove alle più vecchie nel cv cronologico inverso.

Un curriculum cronologico classifica le informazioni nella stessa maniera in cui vengono classificate dalla nostra mente, diventando uno strumento di facile consultazione per chi deve leggerlo. Si differenzia dal curriculum funzionale che a sua volta viene usato per mettere in evidenza le proprie competenze e abilità e non necessariamente le proprie esperienze lavorative


Quando e perché scegliere un formato di cv cronologico

Per la sua natura, il cv cronologico si presta benissimo a tutti quei candidati che vogliono mettere in risalto in maniera strutturata le proprie esperienze e competenze. E' particolarmente indicato per coloro che non hanno molte esperienze all'attivo, per esempio studenti e coloro che hanno avuto poche occupazioni, proprio per la sua versatiltià e il fatto che di norma in un cv cronologico vengono inserite informazioni in questo ordine: Informazioni Personali, Profilo Personale, Educazione e infine Esperienze Lavorative. L'ordine aiuta a collocare la posizione del candidato, rendendo evidente il suo percorso. 

Nonostante questa sua caratteristica, un cv cronologico non può comunque essere riempito di informazioni: prima della stesura, va effettuata una scrematura tra le informazioni da fornire e quelle da omettere perché non pertinenti, così da evitare un documento troppo lungo ed eccessivo.


I vantaggi del curriculum ordinato cronologicamente

Un cv ordinato cronologicamente presenta diversi vantaggi, tra cui:

  • Permette di dimostrare la propria crescita professionale, se è costante e non presenta buchi rilevanti (a meno che siano giustificati );
  • Permette di ordinare tutte le proprie competenze ed esperienze in maniera corretta e semplice da leggere;
  • Garantisce che tutte le competenze acquisite e le esperienze siano inseribili in maniera dettagliata e specifica. 


Svantaggi del curriculum ordinato cronologicamente

Un cv ordinato cronologicamente presenta però anche qualche svantaggio, tra cui:

  • Potrebbe mettere in luce progressioni di carriera instabili, sia in termini di esperienza che di competenza;
  • Potrebbe essere troppo schematico, dunque non adatto a chi si propone per una posizione creativa;
  • Potrebbe diventare troppo anonimo, proprio per la sua estrema schematicità. 


La scelta del curriculum cronologico è personale e deve rispondere alle esigenze del candidato e della posizione per la quale ci si candida. In tutti i casi, è sempre bene sempre personalizzare il proprio cv in base alla posizione per la quale ci si sta presentando.


Le sezioni fondamentali di un curriculum cronologico

Se hai optato per un curriculum cronologico, dovrai necessariamente inserire le seguenti sezioni all'interno delle quali le informazioni vanno a loro volta inserite in ordine cronologico dalla più vecchie alle più nuove.  


Quali sono le sezioni che non possono mancare in un curriculum cronologico? Le sezioni che non possono assolutamente mancare nel cv, e che vannno inserite in questo ordine, sono:


Informazioni personali: fondamentali per presentarsi e dare ai recruiter una prima impressione di chi si è.  


Profilo Personale: se ben scritto, rappresenta un ottimo modo per presentarsi e mettere in evidenza i propri obiettivi.


Esperienze formative: in un curriculum cronologico le esperienze formative sono importanti quanto quelle lavorative e devono essere organizzate in maniera coerente. Non commettere l'errore di inserirle tutte, ma solo quelle pertinenti alla posizione lavorativa per la quale ti candidi o che hanno avuto un impatto nella definizione della tua professionalità;


Esperienze professionali: in un curriculum cronologico le esperienze lavorative sono fondamentali e devono essere sempre datate in maniera corretta. Non va inserita solo la posizione e l'azienda ma anche e soprattutto la data, così da creare una sezione coerente. Se le posizioni da inserire sono molte, è bene prevedere l'uso di un elenco puntato per distinguerle;


Il curriculum cronologico per chi è alla ricerca del primo lavoro

Un cv cronologico è importante anche per chi cerca il primo lavoro: infatti nel caso di ricerca di primo lavoro questo cv è utile per mettere in evidenza tutte le esperienze scolastiche e formative maturate fino a quel periodo L'enfasi è tutta sugli studi e non sulle attività lavorative già svolte, ed è dunque il formato ideale per chi cerca lavoro per la prima volta ma anche per chi ha poca esperienza.in questo caso, è bene focalizzare la propria attenzione sulla propria educazione e le esperienze formative, aggiungendo dettagli su corsi, stage e tutto ciò che ha avuto un impatto sulle proprie scelte.


Altre indicazioni utili per un cv ordinato cronologicamente

Anche se è semplice credere che l'ordine cronologico basti da solo a far colpo su un'azienda, in realtà è fondamentale comprendere che come per tutti i tipi di cv è necessario che anche il cronologico segua delle regole di scrittura basilari.

Per esempio, è sempre necessario capire a fondo cosa viene richiesto nell'annuncio di lavoro e in questo modo utilizzare parole che un recruiter o anche un software di recruiting riescono a riconoscere ad una prima lettura.


E' bene inoltre fare attenzione alla formattazione e alla lunghezza : un buon cv è formattato in maniera semplice e senza eccessivi elementi e allo stesso modo è lungo un massimo di 2 pagine, per evitare che chi lo legge si annoi e lo cestini.


Creare un cv cronologico con CVwizard.it

Su CVwizard.it è semplice creare il proprio cv cronologico: per ogni sezione viene infatti data la possibilità di inserire non solo azienda e posizione ma anche data di inizio e data di fine lavoro. Basta dunque aggiungere contenuti in ordine cronologico e il sistema provvederà da solo a creare il cv perfetto.


Ricapitolando

  • Un cv cronologico permette di organizzare in maniera corretta e lineare le informazioni;
  • Nel cv cronologico, è bene inserire tutte le informazioni sulla propria educazione e formazione, visto che si tratta dell'elemento fondamentale;
  • Un cv cronologico enfatizza il percorso dei candidati, con una particolare enfasi sull'educazione;
  • Un cv cronologico è utile per chi non ha molte esperienze;
  • Un cv cronologico potrebbe essere troppo anonimo per chi lavora in ambiti creativi.
Buchi curriculum vitae

Buchi professionali sul curriculum

In un mercato del lavoro in costante cambiamento, stare al passo può essere davvero difficile. Non solo bisogna tenersi aggiornati ma bisogna anche fare in modo che il nostro cv sia quanto più coerent...

Leggi di più »
Indirizzo sul cv, come decidere se inserirlo o meno? Scopri tutto sulla nostra guida.

Indirizzo sul cv

L'indirizzo di casa del candidato sul curriculum è tra i campi che vanno tenuti in considerazione quando si compila una domanda di assunzione: dovrò inserirlo o è meglio non farlo? Se non lo faccio, s...

Leggi di più »
Perché inserire hobbies e interessi sul proprio curriculum

Hobby e interessi sul curriculum

Nel momento in cui compiliamo il nostro cv, tra le tante domande che ci facciamo ce n'è una che ricorre di frequente: quali sono le informazioni davvero importanti da aggiungere, per evitare che docum...

Leggi di più »