Crea il tuo CV in 3 passaggi

Inserisci i tuoi dati, scegli un template e scarica il tuo CV. Facile e veloce – pronto in 10 minuti. Inizia subito!

Creare un CV
Curriculum Cronologico Inverso

Il Curriculum Cronologico Inverso

Un curriculum vitae cronologico inverso è un ottimo modo per mettere in evidenze le proprie esperienze e le proprie competenze, in special modo se si è nel settore da molto tempo. In questo articolo, ti spieghiamo come compilare un perfetto cv cronologico inverso.


Che cosa si intende per curriculum cronologico inverso

Un curriculum cronologico inverso è quel documento che permette di organizzare le proprie informazioni professionali in maniera diversa dal solito: infatti, in primis le esperienze professionali vengono ordinate dalle più nuove alle più vecchie e inoltre le informazioni sulle proprie esperienze di lavoro vengono messe prima rispetto a quelle relative alla propria formazione scolastica. La differenza con il classico curriculum cronologico è ben evidente dal momento che questo si usa per disporre le informazioni dalle più vecchie alle più nuove. E' evidente anche la differenza con il curriculum funzionale che invece viene usato per mettere in evidenza le proprie competenze e abilità, tralasciando le esperienze professionali.


I vantaggi del curriculum cronologico inverso

Un cv in ordine cronologico inverso presenta diversi vantaggi, tra cui:


  • Mostra in maniera ordinata le proprie esperienze;
  • Permette di evidenziare le proprie esperienze professionali, senza tralasciarne neanche una;
  • Permette di mettere in evidenza la specializzazione del lavoratore;
  • Consente di mostrare l'evoluzione della propria carriera nella stessa azienda in maniera corretta e coerente.


Per le sue caratteristiche si tratta di un formato di curriculum perfetto sia per i candidati con molta esperienza che per quelli che hanno lavorato per molto tempo in una sola azienda che infine per i candidati con pochissima formazione scolastica.


Svantaggi del curriculum cronologico inverso 

Un cv ordinato cronologicamente al contrario presenta anche qualche svantaggio, tra cui sicuramente uno da tenere in considerazione: questo formato di cv punta a mettere in evidenza le esperienze professionali più che quelle formative e per questo motivo nel caso in cui non se ne abbiano o se ne abbiano poche e irrilevanti può essere controproducente. Inoltre, proprio come il classico curriculum cronologico, potrebbe essere troppo schematico e troppo anonimo. 


Le sezioni fondamentali di un curriculum cronologico inverso

Se dopo aver fatto le tue valutazioni hai optato per un curriculum cronologico inverso, dovrai necessariamente inserire le seguenti sezioni in questo esatto ordine in quanto la voce "Esperienza professionale" appare immediatamente dopo lo stato civile e le informazioni personali e prima della voce "Formazione". 


Le sezioni che non possono assolutamente mancare nel cv, e che vanno inserite in questo ordine, sono:  


  • Informazioni personali: permettono di presentarsi e offrire ai recruiter una prima impressione di chi si è;
  • Profilo Personale: una piccola introduzione/riassunto con parole chiave, obiettivi e informazioni su cosa si vuole fare;
  • Esperienze professionali: la parte più importante del cv cronologico inverso, dove vanno inserite le esperienze lavorative più importanti dall'ultima alla prima, compresi stage, esperienze di lavoro all'estero e tutto quanto può essere inteso come "esperienza professionale". Non va inserita solo la posizione e l'azienda ma anche la data. Se le posizioni da inserire sono molte, usare un elenco puntato è la soluzione migliore; Ricorda che devi inserire solo le esperienze più pertinenti rispetto al lavoro per il quale ti stai candidando o alla tua professionalità, per evitare che il cv sia eccessivamente lungo e noioso;
  • Esperienze formative: inserisci solo le esperienze formative più importanti e pertinenti alla posizione lavorativa per la quale ti candidi o che, nel corso del tempo, ti hanno permesso anche indirettamente di ottenere le qualifiche necessarie per presentarti per quella precisa posizione lavorativa.


Queste quattro sezioni sono necessarie ma non vanno tralasciate quelle relative alle lingue conosciute, alle competenze, agli hobby e interessi extracurriculari.


Altre indicazioni utili per un cv ordinato cronologicamente all'inverso

Scrivere un cv cronologico inverso richiede lo stesso impegno di tutti gli altri cv, proprio perché un buon ordine da solo spesso non ha il potere di far colpo su un'azienda.


E' dunque fondamentale focalizzarsi precisamente sull'annuncio di lavoro e personalizzare il documento sull'offerta, usando le parole chiave che un recruiter si aspetta di leggere e che possono essere facilmente lette e scannerizzate anche dai software di riconoscimento


L'editing riveste un ruolo fondamentale: evitare assolutamente font ridondanti, eccessiva lunghezza e troppi elementi che non fanno altro che distogliere l'attenzione di chi deve decidere. 


Non dimenticarti di organizzare le tue esperienze professionali dall'ultima alla prima, come spiegato sopra, aggiungendo informazioni che permettano al recruiter di scannerizzare facilmente la tua situazione lavorativa e la tua eventuale evoluzione.


Questo è un esempio di come le esperienze professionali dovrebbero apparire su un cv cronologico inverso fatto come si deve:


2017-presente - Addetto Stampa, Agenzia della Comunicazione, Roma.

2010-2017 - Assistente Addetto Stampa, Agenzia della Comunicazione, Roma.

2009-2010 - Stage presso l'Ufficio Stampa, Agenzia della Comunicazione, Roma.


Creare un cv cronologico inverso su CVwizard.it

Su CVwizard.it è semplice creare il proprio cv cronologico inverso. La sezione relativa all'Esperienza Professionale si trova subito dopo quella dedicata alla Formazione ma ogni blocco di testo può essere facilmente spostato sopra o sotto in base alle proprie necessità usando le frecce che si trovano in alto a destra, accanto all'intestazione. A quel punto ti basterà aggiungere contenuti in ordine cronologico inverso, ovvero dalla più recente alla meno recente, e il sistema provvederà da solo a creare il cv perfetto.


Ricapitolando

  • Un cv cronologico inverso è perfetto per mettere in evidenza la propria progressione lavorativa e le proprie esperienze nel corso del tempo;
  • Nel cv cronologico inverso, è bene inserire tutte le informazioni sulla propria esperienza lavorativa, visto che si tratta dell'elemento fondamentale, sempre ricordando di puntare su quelle fondamentali;
  • Un cv cronologico inverso enfatizza il percorso lavorativo dei candidati, dando più importanza alle esperienze che all'educazione;
  • Un cv cronologico inverso è utile per chi ha molte esperienze. 
Il miglior font per il tuo curriculum

Font per curriculum

Che font utilizzare quando scriviamo un curriculum? Utilizzarne uno oppure un altro può fare la differenza in fase di lettura? Quanto è importante scegliere con accuratezza il font da usare nel nostro...

Leggi di più »
Come inserire le competenze professionali sul proprio curriculum

Competenze professionali da inserire nel CV

Quando si deve riempire un cv di informazioni utili, può capitare di arrivare ad un punto morto e non sapere cosa aggiungere oppure rendersi conto di aver scritto troppo. Sicuramente tra le cose fonda...

Leggi di più »
Curriculum Vitae no esperienza lavorativa

Curriculum vitae senza esperienza lavorativa

Il curriculum vitae senza esperienza lavorativa è la norma quando si termina l'Università o anche un corso post universitario; del resto, anche i manager più affermati hanno iniziato da zero, con un c...

Leggi di più »