Crea il tuo CV in 3 passaggi

Inserisci i tuoi dati, scegli un template e scarica il tuo CV. Facile e veloce – pronto in 10 minuti. Inizia subito!

Creare un CV
Esperienze lavorative e professionali sul curriculum vitae

Esperienze lavorative e professionali nel Curriculum

Un elemento fondamentale del proprio curriculum sono sicuramente le esperienze lavorative e professionali: ma come inserirle nel curriculum in maniera tale che risaltino e mettano in evidenza le nostre competenze? In questa guida ti diamo dei consigli per presentare le tue competenze professionali al meglio e per aiutarti a creare il cv che ti farà ottenere il lavoro dei tuoi sogni.


Competenze professionali: l'elemento fondamentale di un CV

I curricula non sono tutti uguali e rispecchiano la personalità di chi li redige. Ma ci sono delle informazioni che tutti i cv condividono e che sono immancabili: tra questi, la presenza di informazioni personali come nome e cognome, numero di telefono e indirizzo email. Ovviamente le informazioni dedicate alle competenze professionali e alle esperienze lavorative fanno parte di quel pacchetto di informazioni che ogni buon cv deve contenere, in quanto permettono ai recruiter e ai datori di lavoro di selezionare i candidati migliori per la posizione in oggetto.


Siamo obbligati a fornire le informazioni sulle nostre esperienze lavorative?

Tra tutte le informazioni che dobbiamo inserire sul cv, le esperienze lavorative sono tra le fondamentali. Non esiste nessuna legge che impone di specificare cosa sappiamo fare e cosa abbiamo fatto, ma è buona pratica inserire quante più indicazioni possibili in questo senso per dare modo ai selezionatori di valutare la nostra professionalità in relazione al lavoro per il quale ci stiamo candidando.

Tieni conto che un selezionatore aziendale riceve un quantitativo incredibile di curricula per posizioni aperte e che è costretto a selezionare sulla base delle informazioni che il candidato ha fornito: ciò significa che per essere notati per una certa posizione lavorativa è necessario presentarsi al meglio.


Presentare le proprie esperienze lavorative sul curriculum in maniera specifica offre un vantaggio competitivo sugli altri.


I vantaggi delle competenze professionali sul cv

Le esperienze professionali che menzioni sul tuo CV devono rappresentare una risorsa per la tua candidatura, devono permetterti di risaltare rispetto agli altri candidati. Per questo motivo devi decidere quali vuoi inserire e quali puoi omettere, ricordando sempre che ogni curriculum dovrebbe essere personalizzato in relazione all'offerta di lavoro.


Se specifici quali sono le tue competenze professionali, sarai in grado di:


  1. Dettagliare le varie esperienze in modo da mostrare come nel corso la tua carriera si è evoluta, specificando il punto di partenza e il punto di arrivo attuale: se hai iniziato come commesso in un negozio di scarpe e oggi sei responsabile di tutta l'azienda a livello nazionale, mettilo bene in evidenza;
  2. Dimostrare di essere esperto nel settore specifico per il quale ci si sta candidando: come e perché hai acquisito queste competenze, quali sono stati i lavori che ti hanno portato a questo, etc;
  3. Dimostrare di essere adattabile, mettendo in evidenza i momenti in cui ti sei adattato e le specifiche circostanze. 


Come scegliere le competenze professionali da inserire sul cv

Non vale la pena menzionare tutte le esperienze lavorative e professionali che ci hanno portato dove siamo valgono ma vale la pena citare solo le migliori o quelle collegate strettamente con la posizione per la quale ci stiamo proponendo.


E' buona norma evitare di specificare esperienze passate, in special modo se non hanno rilevanza per il lavoro per il quale ci si candida.


Facciamo qualche esempio:


Esempio 1

Ti candidi per una posizione come Marketing Manager: non hai bisogno davvero di inserire tra le esperienze passate il tuo lavoro da assistente nella tua palestra di zona ma hai bisogno di specificare quali sono le tue esperienze nello stesso settore. 


Esempio 2

Ti candidi per una posizione come barista e hai esperienza come barista ma anche come cameriere e in diversi settori della ristorazione. Inserisci tutte le esperienze che hai accumulato in relazione a quella specifica posizione. 


Esempio numero 3

Ti candidi per una posizione come assistente presso un nido di infanzia, non hai esperienze in merito ma sei madre: tralascia tutte le informazioni che riguardano la tua posizione come madre, e focalizzati su tutto quello che può in qualche modo avvantaggiarti (specificando la tua esperienza come madre nella sezione dedicata alle altre esperienze extracurriculari). 


Parlare al potenziale datore di lavoro usando il suo stesso linguaggio

E' bene ricordare che se utilizziamo lo stesso linguaggio utilizzato dal nostro potenziale datore di lavoro, mescolando efficacemente le nostre esperienze con le qualifiche richieste dall'azienda aumenta le potenzialità di essere richiamati per un colloquio.


Per esempio:


Offerta di lavoro come Supervisor per gestione ristorante.

Se hai esperienza nel campo, utilizzando la stessa identica frase per riepilogare le tue esperienze professionali catturerai immediatamente l'attenzione del tuo interlocutore e avrai più chances di essere convocato per un colloquio.


Cosa succede se abbiamo dei vuoti professionali sul nostro cv?

Può capitare che anche il migliore dei curricula presenti dei vuoti, i cosiddetti "gaps" professionali che possono essere dovuti ad una pausa dovuta a motivi personali o anche legati alla propria carriera. Per esempio può accadere qualcosa del genere:


Marzo 2016 - Gennaio 2017: Social Media Manager presso AZIENDA1

Settembre 2017 - Marzo 2018: Social Media Manager presso AZIENDA2 


Il gap è evidente e non passa inosservato per cui in casi del genere è bene cercare di inserire una spiegazione relativa al vuoto professionale tra un'esperienza e l'altra; se non si vuole inserire questa informazione sul cv, bisogna essere preparati ad affrontare le domande che sicuramente salteranno fuori relativamente a questo buco nel cv durante il colloquio.


Come inserire le proprie esperienze professionali sul cv

Una volta deciso quali esperienze mettere in evidenza, come devi fare in modo che la struttura del tuo documento sia logica e permetta al recruiter di scannerizzare velocemente il tuo cv per selezionarti o meno per un primo colloquio?


Esiste una sola regola: inserimento in ordine cronologico, dalla più recente alla più vecchia, sempre tenendo conto del lavoro per il quale ti stai candidando.


Ricordati che ai recruiters non interessa il tuo inquadramento economico ma solo la posizione che hai ricoperto e quanto rilevante è per la posizione per la quale ti candidi, dunque ometti tutte le informazioni non necessarie.


Cosa fare se non si hanno esperienze professionali rilevanti?

Quando si entra nel mondo del lavoro per la prima volta, può capitare di non avere esperienze professionali da menzionare sul proprio curriculum. 


Anche se questa situazione può causare problemi quando si scrive un curriculum e ci si candida per un lavoro, in realtà può essere considerata anche un'opportunità in quanto offre all'azienda la possibilità di formare un candidato da zero e integrarlo perfettamente, rendendolo con il tempo una parte più importante e grande dell'azienda stessa. Se ti trovi in questa situazione, alla voce Esperienze Professionali inserisci qualsiasi altra esperienza riconducibile in qualche modo al lavoro al quale aspiri: un lavoro stagionale, un lavoro da studente, uno stage ma anche un'esperienza come volontario. In questo modo darai modo all'azienda di valutarti per quello che potenzialmente potrai portare e imparare in quella determinata posizione lavorativa. 


Come inserire le proprie esperienze lavorative sul cv con CVwizard

Puoi inserire le tue Esperienze professionali nel curriculum vitae su CVwizard alla voce Contenuto cliccando su Esperienze Lavorative. Ti basterà riempire tutti i campi, ricordando di aggiungere le diverse posizioni dall'ultima alla prima, e poi salvare il modulo. In questo modo il tuo documento conterrà tutte le informazioni che hai deciso di inserire, comprese le tue Esperienze Professionali.


Ricapitolando

  • Le esperienze professionali sono una delle parti più importanti del cv;
  • E' bene sempre inserire le esperienze professionali più rilevanti per la posizione per la quale ci si sta candidando;
  • Le esperienze professionali rilevanti vanno inserite dalla più recente alla più lontana;
  • Se non hai esperienze professionali, inserisci qualsiasi altra informazione professionale che può farti notare.
Come inserire le lingue straniere sul sul proprio curriculum

Competenze linguistiche sul cv

Se fino a qualche anno fa inserire le proprie competenze linguistiche sul cv non era obbligatorio ma era una cosa riservata alle posizioni più importanti, oggi si tratta di un'informazione necessaria...

Leggi di più »
Foto sul cv: i pro e i contro della foto sul curriculum vitae, da valutare in fase di stesura.

Foto nel cv

Foto sul cv: si o no? Aggiungerla o meno? L'inserimento della foto nel cv è una questione abbastanza complicata e particolare. Nei Paesi Anglosassoni la foto non è quasi mai richiesta e, per ques...

Leggi di più »
Siti per trovare lavoro: consigli e informazioni per usarli al meglio.

Siti per trovare lavoro

I siti per trovare lavoro oggi riscuotono grandissimo successo e in alcuni casi sono stati anche in grado di soppiantare le agenzie tradizionali. Per questo, oggi sono il mezzo migliore e più efficace...

Leggi di più »