Crea il tuo CV in 3 passaggi

Inserisci i tuoi dati, scegli un template e scarica il tuo CV. Facile e veloce – pronto in 10 minuti. Inizia subito!

Creare un CV
Indirizzo sul cv, come decidere se inserirlo o meno? Scopri tutto sulla nostra guida.

Indirizzo sul cv

L'indirizzo di casa del candidato sul curriculum è tra i campi che vanno tenuti in considerazione quando si compila una domanda di assunzione: dovrò inserirlo o è meglio non farlo? Se non lo faccio, sto sbagliando? E se lo faccio, che rischi corro?


Facciamo una premessa: indicare sul cv l'indirizzo di casa è diverso dall'indicare la città dove si risiede. Per questo motivo, come vedremo subito di seguito, anche specificarlo o meno richiede accortezze diverse.


Indirizzo sul cv: si o no?

La presenza dell'indirizzo di casa sul curriculum rientra tra quegli elementi che possono determinare l'appetibilità o meno di un cv agli occhi di un recruiter: c'è chi vede questa specifica come inutile e chi invece la considera necessaria, per capire se un candidato è davvero interessante per la posizione lavorativa per la quale si sta proponendo.


L'approccio a questa questione è dunque duplice: esistono delle situazioni per le quali è buona norma dichiarare il proprio indirizzo di casa e altre in cui non è assolutamente necessario.


Indirizzo sul cv: quando è utile metterlo?

In pieno rispetto della legge sulla privacy, non è obbligatorio inserire dati specifici tipo data di nascita, genere, e indirizzo di residenza sul cv ma se lo si vuole fare è bene muoversi in maniera corretta. 


La prima cosa da fare è valutare se si tratta di un'informazione necessaria per essere considerati per la posizione lavorativa per la quale ci si candida.


Un esempio 

Ti candidi per una posizione lavorativa come fattorino a chiamata per un'azienda di Roma. Vivi a Roma e quindi specificare la città di residenza ti sembra una buona idea. In realtà Roma è una città così grande e trafficata che per arrivare sul posto di lavoro puoi impiegare davvero parecchio tempo se vivi in tutt'altra zona, al punto che essendo questa una posizione "a chiamata" potresti non riuscire a portare a termine il lavoro. In questo caso per aiutare il datore di lavoro a capire se puoi essere il candidato ottimale, inserire il tuo indirizzo di casa o specificare il quartiere dove risiedi è un'indicazione utile.


Cosa succede però se ti stai candidando per una posizione non specificamente legata alla zona di appartenenza?


Indirizzo sul cv: quando è considerata un'informazione inutile?

Il caso di cui sopra è davvero particolare ma a ben guardare per la maggior parte delle posizioni l'indirizzo di casa non ha alcun valore ai fini della selezione. 


Un datore di lavoro non ha la necessità di sapere nello specifico dove abita un candidato o un suo lavoratore, ma ha la necessità di sapere se possiede le competenze necessarie per il lavoro e se può essere un buon elemento per l'azienda.


Un esempio 

Ti candidi per una posizione lavorativa come social media manager a Padova. Vivi a Padova e sei tentato di inserire l'indirizzo sul cv per fare bella figura: quanto sarà utile questa informazione in fase di selezione? In questo caso, il datore di lavoro non deve sapere dove abiti, ma deve sapere che puoi svolgere le mansioni richieste e che per farlo devi andare in ufficio, indipendentemente dalla zona della città in cui abiti.


Specificare la propria città di residenza sul curriculum

E' buona norma però specificare sempre e comunque, indipendentemente dalla posizione lavorativa, la città di residenza per diversi motivi senza barare.


Mettiamo il caso che ti stai candidando per una posizione a Milano ma vivi a Legnano: il tuo potenziale datore di lavoro deve sapere che vivi a Legnano perché deve aspettarsi da te professionalità ma allo stesso tempo deve pianificare una certa flessibilità visto che ogni mattina dovrai spostarti di parecchi Km per raggiungere il tuo posto di lavoro.


Mettere il datore di lavoro nella posizione di avere informazioni utili sul candidato, è buona norma per una buona impressione e per chiarire subito dei dettagli fondamentali.


Mettiamo invece il caso che ti stai candidando per una posizione a Bologna e vivi già a Bologna: a parità di professionalità e competenza, il recruiter privilegerà probabilmente il candidato che non deve spostarsi troppo per raggiungere il posto di lavoro.


Cosa succede se vivi in un posto e ti candidi per una posizione altrove?

Nel caso specifico di invio cv a distanza, è assolutamente necessario specificare la propria residenza ma, allo stesso tempo, dichiarare apertamente che si sta cercando lavoro fuori dalla propria area di residenza e che si è disposti al trasferimento (con o senza famiglia, elemento da specificare).


Basta aggiungere


"disponibile al trasferimento immediato"


oppure


"disponibile al trasferimento a partire da aggiungeredata".


In questo modo specificherai a chi ti sta valutando la tua situazione attuale e ciò che stai cercando per il tuo futuro, permettendogli di arrivare ad una prima decisione relativa alla tua candidatura.


Aggiungi il tuo indirizzo sul cv con CVwizard.it

Per evitare di commettere errori madornali nella stesura del cv, ti ricordiamo che CVwizard.it ti mette a disposizione un sistema pratico e veloce per creare un curriculum vitae in più lingue che contiene tutte le informazioni che vuoi specificare.


Per inserire il tuo indirizzo sul cv usando CVwizard, ti basta iniziare la procedura di compilazione curriculum e riempire il campo Via e numero civico per inserire l'indirizzo completo oppure Città per inserire solo la città di residenza/domicilio (campo obbligatorio).


Ricorda inoltre che l’autorizzazione al trattamento dei dati personali è obbligatoria per i cv in italiano inviati in Italia, proprio perché il curriculum può contenere dati sensibili non accessibili in altra maniera.


Ricapitolando 

  • L'indirizzo di casa va inserito solo in casi davvero specifici;
  • La città va sempre inserita;
  • Se residenza e domicilio coincidono, inserire il nome della città senza specificare l'indirizzo preciso;
  • Se il domicilio e la residenza sono diversi, è bene inserire quello che si ritiene più utile ai fini della selezione;
  • Se il domicilio o la residenza sono diversi rispetto al posto dove si sta cercando lavoro, è necessario specificare che si è disponibili ad un trasferimento.
Patente sul cv: si o no? Quando è obbligatorio e quando no inserire informazioni sulla propria patente sul cv.

Patente sul cv

Nonostante in molti Paesi specificare alcuni dati sul curriculum vitae sia prassi abbandonata (o mai entrata in uso) in Italia è ancora comune aggiungere la patente sul cv, e la maggior parte segue i...

Leggi di più »
Possesso macchina sul cv: si o no? Quando è consigliato e quando no inserire informazioni sul possesso di una macchina di proprietà sul cv.

Possesso macchina sul cv: si o no?

Devo specificare se ho una macchina di proprietà sul cv? Quanto conta specificare sul curriculum vitae se si è possessori di una macchina?La domanda sembra banale ma in realtà rientra nell'ambito di q...

Leggi di più »
Indicare figli nel curriculum: si o no? Pro e i contro per scegliere cosa fare e cosa inserire nel cv.

Figli nel curriculum: si o no?

Indicare i figli nel curriculum è buona norma oppure va completamente evitato? Cosa dice la legge italiana in materia? E come ci si deve comportare per evitare di fornire informazioni non necessaria o...

Leggi di più »